facebookconnector

Benvenuti al

Colle dell’infinito

“Sempre caro mi fu quest’ermo colle, e questa siepe

    che da tanta parte
    Dell’ultimo orizzonte il guardo esclude.
    Ma sedendo e mirando, interminati
    Spazi di là da quella, e sovrumani
    Silenzi, e profondissima quiete
    Io nel pensier mi fingo; ove per poco
    Il cor non si spaura. E come il vento
    Odo stormir tra queste piante, io quello
    Infinito silenzio a questa voce
    Vo comparando: e mi sovvien l’eterno,
    E le morte stagioni, e la presente
    E viva, e il suon di lei. Così tra questa
    Immensità s’annega il pensier mio:
    E il naufragar m’è dolce in questo mare.

Qui, nella solitudine e nella toccante bellezza del colle che sovrasta Recanati, un giovane Giacomo Leopardi descrive il suo mondo. È un mondo ristretto e immobile, da cui desidera con forza allontanarsi per avventurarsi in ben più audaci altezze. Questo luogo solitario e struggente diventerà il simbolo e pretesto nella lirica leopardiana di tutti quei limiti umani che pone la ragione. Una ricerca della felicità che appare pervasa dal pessimismo, ma che nasconde la luce intensa di una grande consapevolezza, di un vuoto che dev’essere arginato e scavalcato, di ciò che ci muove come essere umani.

Il progetto

L’IMPEGNO DEL GRUPPO GABRIELLI

Il Gruppo Gabrielli sostiene il FAI – Fondo Ambiente Italiano – nei lavori di restauro e valorizzazione dell’Orto delle Monache sul Monte Tabor, il luogo dove Giacomo Leopardi ambientò nel 1819 il suo idillio più celebre: l’Infinito.
I lavori hanno interessato la messa in sicurezza delle mura perimetrali, la riqualificazione della facciata del Monastero, il restauro di alcuni edifici all’interno dell’Orto, il completamento di arredi, impianti di illuminazione e pergolati.
Procedono inoltre gli interventi di restauro e adeguamento funzionale del Centro Nazionale degli Studi Leopardiani, che ospiterà il progetto di valorizzazione del Colle dell’Infinito, da cui prenderà avvio il percorso di visita che condurrà all’Orto delle Monache.

Il FAI propone di realizzare, negli spazi del Centro Studi e nell’Orto delle Monache in cima al Colle, un percorso di scoperta e riscoperta della poetica di Leopardi, emanata da questi luoghi e soprattutto riflessa nella celebre lirica. L’Infinito, affascinante e significativa sintesi di pensieri e sensibilità universali sempre attuali, è monumento italiano della poesia di tutti i tempi.
Il Gruppo Gabrielli ha scelto la tecnologia per “raccontare” parte del proprio intervento: una web cam proiettata verso l’ermo colle permetterà a chiunque, in qualunque parte del mondo, di poter immergersi nei versi immortali del poeta Leopardi. Di vivere, verso dopo verso, la poesia come finestra sul mondo interiore e fisico.

La webcam

La nostra finestra sul colle

“Così tra questa immensità s’annega il pensier mio: e il naufragar m’è dolce in questo mare.”

Video gallery

Interviste e testimonianze

Il Colle dell’Infinito nelle parole e nelle azioni dalle persone coinvolte nel progetto di restauro e valorizzazione.

BARBARA GABRIELLI
VicePresidente
Gruppo Gabrielli

MARCO MONACELLI
Direttore Marketing
Gruppo Gabrielli

ANDREA CARANDINI
Presidente
FAI Nazionale

BARBARA GABRIELLI
1 of 3
MARCO MONACELLI
2 of 3
ANDREA CARANDINI
3 of 3

Le nostre iniziative

NEWS E PROGETTI SPECIALI

Dal Colle al Territorio. Tutte le news, gli eventi, le iniziative e i progetti che coinvolgono istituzioni e persone grazie al trait d’union tra il paesaggio, la cultura e la condivisione: infiniti modi di vivere con poesia.

Il Gruppo Gabrielli con lo sguardo verso l’Infinito

Il Gruppo Gabrielli con lo sguardo verso l’Infinito

Si è svolta nella giornata di giovedì 26 settembre alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e delle principali autorità coinvolte, la cerimonia d'inaugurazione per il restauro del Colle dell'Infinito a Recanati, un importante progetto al quale...

Leggi tutto

Il nostro

Social wall

Il Colle dell’Infinito è patrimonio di ognuno di noi. Condividi l’emozione della tua visita e usa su Instagram l’hashtag ufficiale #infinitogabrielli. I contribuiti migliori appariranno sul social wall.

Come raggiungere il colle

In aereo:
Aeroporto Internazionale di Ancona – “Aeroporto Raffaello Sanzio”

In auto:
dalla A14 (Bologna – Bari – Taranto), uscita Loreto – Porto Recanati

In treno:
Stazione di Ancona. Si prosegue poi in autobus fino a Recanati.

In autobus:
Autobus di linea da Macerata, Ancona e Loreto.

La mia posizione
Ottieni i Percorsi